La psicoterapia, come e perché

La psicoterapia è  un processo esplorativo che il paziente fa su se stesso, individualmente e\o nel gruppo famiglia;  un lavoro di ricerca con una “guida” che gli è vicino e lo sostiene, senza giudicarlo ma anzi stimolandone la curiosità di conoscersi sempre di più,  ad esplorare i diversi aspetti infelici e dolorosi della propria vita, a prendere in esame il modo in cui intreccia relazioni con persone significative della sua vita attuale, a riconoscere le proprio risorse e i propri punti di forza (sempre presenti ma qualche volta usati in modo inefficace o sospesi), a esplorare e scegliere gradualmente nuove vie da percorrere.

E’ importante sedersi insieme e con calma riflettere sulle proprie risorse e sul perché’ risultano inefficaci, ri-pensare a nuove modalità’ di risoluzione dei problemi, rimescolare ruoli e compiti, abbandonare aspettative spesso storicamente, socialmente o culturalmente determinate ma poco utili nel nostro caso.

Per sopravvivere non c’è una strategia migliore di un’altra,  ognuno deve saper individuare la propria, quella che sente più affine alla propria natura, alle proprie inclinazioni“. “Non c’è un solo modo, un’unica soluzione al movimento, ma tante strategie differenti. ( Dario Fani, neuropsichiatra).

Il fine della terapia e’ raggiungere la resilienza intesa come capacita di un individuo\famiglia  di affrontare un evento traumatico o un periodo di difficoltà in maniera da sentirsi artefice\i del proprio cambiamento.

Credo nel verdetto di Dodo: “nessun approccio funziona per tutti”.

Quello che un buon terapeuta può’ garantire e’ un contesto accogliente e confortante, un’alleanza alla pari,  un’apertura a feedback negativi e una collaborazione attiva con il paziente con il  quali si monitorano progressi e stabiliscono nuovi obiettivi e passi successivi.

E’ la persona/famiglia la vera fautrice del cambiamento, il terapeuta ne e’ solo lo strumento.

Psicoterapia individuale

La persona impara a conoscersi , osservando il proprio se’ in relazione al mondo coppia, famiglia, lavoro, amicizie, reti sociali e di comunità , individuando le proprie risorse, i modelli comunicativi, le aspettative, i ruoli, ma anche i punti di debolezza e interpretare i conflitti interni e i vissuti di malessere in una nuova prospettiva.

.Psicoterapia di coppia

Incomprensioni, tensioni col partner, senso di insoddisfazione, stallo di coppia: a volte anche pochi incontri di terapia di coppia possono aiutare a sbloccare situazioni di crisi anche acute, che spesso sono legate a problemi di comunicazione, aspettative ormai superate o deluse.

Psicoterapia Familiare

Tensioni tra genitori e figli, preoccupazioni e dubbi dei genitori sui percorsi di crescita dei loro figli, le regole con i bambini e gli adolescenti, sostegno genitoriale. Ma anche eventi traumatici come la malattia di un figlio o di un genitore che la famiglia deve imparare a gestire e superare insieme.  Affrontando una problematica in modo precoce e mirato, si può aiutare la famiglia che attraversa una crisi a recuperare l’armonia e il suo buon funzionamento.

.

Advertisements