Consulenze e Psicoterapie

E’ importante sedersi insieme e con calma riflettere sulle proprie risorse e sul perché’ risultano inefficaci, ri-pensare a nuove modalità’ di risoluzione dei problemi, rimescolare ruoli e compiti, abbandonare aspettative spesso storicamente, socialmente o culturalmente determinate ma poco utili nel nostro caso.
Il fine della terapia e’ raggiungere la resilienza intesa come capacita di un individuo\famiglia  di affrontare un evento traumatico o un periodo di difficoltà in maniera da sentirsi artefice\i del proprio cambiamento.

Psicoterapia nell’infanzia – I genitori sono sempre presenti in quanto a mio parere il ruolo dello psicologo è di fare da ponte tra i bisogni emotivi non espressi del bambino e il ruolo di cura del genitore. Partendo dal presupposto che ogni genitore vuole sentirsi competente e dall’idea che lo psicologo è solo di passaggio, credo che debba essere il genitore in primis a dover mettersi in discussione e trovare nuovi canali per entrare in contatto con le emozioni del proprio figlio e spesso anche con le proprie.

Psicoterapia in Adolescenza – Se minorenne, si incontrano in primis i genitori per raccogliere la storia di vita del giovane, durante il quale s’indagano la storia familiare e la storia del problema. Alcune manifestazioni emozionali e comportamentali spesso sono transitorie, evolutive e dipendenti dall’ambiente.
L’intervento si focalizza sul problema rilevato dalla famiglia, dall’ambiente scolastico o dal giovane stesso, esplicitato o meno.
La collaborazione con i genitori è considerata un focus centrale e il percorso terapeutico richiede una combinazione di incontri individuali (solo con il giovane) che con tutti i familiari.

Psicoterapia individuale – La persona impara a conoscersi , osservando il proprio se’ in relazione al mondo coppia, famiglia, lavoro, amicizie, reti sociali e di comunità, individuando le proprie risorse, i modelli comunicativi, le aspettative, i ruoli, ma anche i punti di debolezza e interpretare i conflitti interni e i vissuti di malessere in una nuova prospettiva. Quando il malessere è legato a eventi critici della vita come una malattia cronica o degenerativa, un cancro, una gravidanza a rischio, il paziente verrà guidato verso il raggiungimento di una qualità di vita frutto di un equilibrio tra sfide e risorse.

Psicoterapia di coppia – Incomprensioni, tensioni col partner, senso di insoddisfazione, stallo di coppia: a volte anche pochi incontri di terapia di coppia possono aiutare a sbloccare situazioni di crisi anche acute, che spesso sono legate a problemi di comunicazione, aspettative ormai superate o deluse.

Psicoterapia Familiare – Tensioni tra genitori e figli, preoccupazioni e dubbi dei genitori sui percorsi di crescita dei loro figli, le regole con i bambini e gli adolescenti, sostegno genitoriale. Ma anche eventi traumatici come la malattia di un figlio o di un genitore che la famiglia deve imparare a gestire e superare insieme.  Affrontando una problematica in modo precoce e mirato, si può aiutare la famiglia che attraversa una crisi a recuperare l’armonia e il suo buon funzionamento.

%d bloggers like this: